Giù al Nord

cronache calabre in terra straniera

Mediashopping, l’evoluzione di Miracle Blade (live dal digitale terrestre)

Cara Calabria,

dalle tue parti non è ancora approdato il digitale terrestre mentre giù al Nord ormai tutti hanno abbandonato la vecchia tv analogica a favore dell’offerta sui nuovi canali.

Sabato scorso, l’assalto ai vari Trony noncisonoparagoni, Unieuro, Euronics: a caccia del decoder più economico possibile.

A nessuno frega niente di tessere magiche che fanno vedere le partite nè di Mya, Steel o Joy. In realtà, a nessuno frega niente neanche di vedere Rete 4, eppure l’acquisto dell’aggeggio infernale è fondamentale per entrare nel magico mondo della nuova tecnologia on tv.

Cosi’, adesso tutti possono vedere Annozero al giovedi e WalkerTexasRanger tutte le sere (sarà ancora in programmazione?) e una marea di programmi sparsi qua e là sui canali digitali.

Non mi stancherò mia di dirlo, cara Calabria: il migliore è Mediashopping.

Di MediaShopping mi piace tutto: i conduttori, i prodotti, le scenette.

Dei conduttori adoro la recitazione: freschi freschi di Actor’s Studio, i rampanti televenditori si lanciano spesso in ottimi sketch per vendere questo o quel prodotto.

Con la naturalezza di una forma di provolone, questi baldi giovani della teleimbonizione ci (mi) propinano giorno dopo giorno dei pezzi unici, a costi contenuti, a spese zero.

Cara Calabria, potrei stare delle ore a guardare i meccanismi di Doctor Sound che traduce le nostre vecchie canzoni su disco in formato digitale, e immobile, mi piace guardare le fantastiche proprietà di My Rotisserie (o come diavolo di scrive) che gira e rigira polli su uno spiedo, frigge senza olio, sparge fritture miste a destra e a manca.

Non posso essere immune a MediaShopping, io sono quella che impazziva per Miracle Blade, presentati dal cuoco Tony un po’ di tempo fa sulle tv regionali.

Tony, con un doppiaggio immotivato e inenarrabile, presentava le miracolose proprietà dei suoi coltelli, frantumando lattine, mattoni, pere e prosciutti con un solo passaggio di lama.

Cara Calabria, concludendo: non vedo l’ora che anche da te arrivi il digitale, per rifocillarmi di televendite lobotomizzanti anche in vacanza.

Annunci

maggio 27, 2009 Posted by | cronache calabre | , , | 3 commenti